cerca

Chi fa male alla ricerca/ 2

16 Ottobre 2010 alle 16:10

L'editoriale del Direttore teoricamente sembra inappuntabile, purtroppo però partendo da premesse imprecise finisce per trarre delle conclusioni errate. Infatti pianificare per un numero di ricercatori di circa 25.000 unità, 9000 posti da Professore Associato in cinque anni, a mio modo di vedere non rappresenta affatto una sanatoria, bensì un fisiologico progetto di avanzamento di carriera per il 30% degli appartenenti al ruolo di ingresso nel mondo accademico. Tale avanzamento inoltre dovrebbe riguardare semplicemente i più meritevoli, con nuove norme a prova di baronia. Per capire la situazione tragica in cui versa attualmente il mondo dei concorsi universitari ci si dovrebbe ricordare che da più di un lustro i concorsi per Professore Associato sono praticamente bloccati, in quanto banditi col contagocce e poi non espletati in attesa di nuove norme che non arrivano mai. Si finisce così per assistere a Concorsi da Associato con decine e decine di candidati, tra i 35 ed i 55 anni, molti tra i quali realmente meritevoli di ottenere un posto di docente. Candidati compressi in un collo di bottiglia dal quale quasi sicuramente non usciranno mai, a causa di un mondo politico che non riesce a fare il propio mestiere e che però pretende che gli altri lo facciano senza nessuna prospettiva nè da un punto di vista economico nè tantomeno di carriera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi