cerca

Nobel

14 Ottobre 2010 alle 14:40

Anche quest’anno il Nobel per la letteratura è stato assegnato con criteri che non seguono sempre principi prettamente artistici e letterari: basti pensare all’edizione del 1953 quando il premio fu assegnato a Churchill. Spesso le ragioni socio-politiche hanno prevalso e così dopo Pinter, premiato forse per le sue posizioni anti-Bush, nel recente passato si è voluto far cadere l’attenzione sulla questione turca con il premio a Pamuk. Non conosco con precisione i criteri di valutazione per un riconoscimento così prestigioso: ma dopo la poco piacevole e per niente soddisfacente lettura dei libri della scrittrice austriaca Elfriede Jelinek, «La pianista» e «La voglia», insignita del Nobel nel 2004, nutro seri dubbi sul metodo di valutazione seguito dagli accademici di Svezia. Forse anche per lei vale la regola secondo cui l’aggiudicazione del Nobel è attribuibile alle simpatie politiche, come i riconoscimenti a Grass, Pinter, Lessing, Fo e l’ultimo a Vargas Llosa sembrano insegnare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi