cerca

Berlusconi non è Pasquale

14 Ottobre 2010 alle 13:50

La tolleranza di Berlusconi nei confronti di Fini e dei finiani mi fa ritornare in mente la scenetta di Totò pestato a sangue perché scambiato per Pasquale. Anche l'intesa di oggi tra Fini, Casini e Bersani su una nuova maggioranza parlamentare in grado di destabilizzare il voto popolare è grave quanto il silenzio di Berlusconi sulla faccenda. E Gianfranco Fini informa che al senato c’è una nuova maggioranza, ostile a Berlusconi. Intanto alla camera finiani e berlusconiani votano assieme, di comune accordo per la riconferma della Bongiorno. Voto unanime subito dopo salutato con estremo sarcasmo da Italo Bocchino: "Certo che se i primi due obiettivi di Berlusconi erano fare fuori me e la Bongiorno, sono falliti entrambi". A questo punto Berlusconi non può tacere; deve finalmente dire che lui non è Pasquale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi