cerca

La maschera può diventare volto

12 Ottobre 2010 alle 20:30

In quest’atmosfera crescente di risentimenti, odi, dossier, atti di violenza fisica ed oratoria, la politica italiana si sta arenando su un lessico fatto di minacce e sospetti senza fine e su alleanze sempre più fluttuanti e variabili come il clima atmosferico. E’ quindi immaginabile, ed in fondo anche prevedibile, che in nome della realpolitik si cominci o si possa finire per ragionare così: “M’importava assai poco che l’accordo ottenuto fosse esteriore, imposto, probabilmente temporaneo, sapevo che il bene e il male sono una questione d’abitudine, che il temporaneo si prolunga, che le cose esterne penetrano all’interno, e che la maschera, a lungo andare, diventa volto”(Marguerite Yourcenar).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi