cerca

Trapianti e donatori samaritani

11 Ottobre 2010 alle 14:00

Sul "Corriere" del 9 è stato pubblicato l'articolo di Margherita De Bac: "Trapianti, la samaritana che non può donare". Allegata una tabella in cui si rileva la drammatica situazione dei trapianti in Italia. Che si sia avallata la donazione tra viventi da parenti stretti era già un dilatare i limiti etici che dovrebbero governare la materia, vigente il giusto divieto di donare un organo vitale (nell'immediato). Però tutti sono vitali, alla lunga: perché la natura ci avrebbe dotati di 2 reni? Bene fa Alessandro Nanni Costa, coordinatore del Cnt, ad invitare alla prudenza e plaudo a Francesco D'Agostino, che invita ad andare con i piedi di piombo. Questi problemi non esisterebbero se si attuasse la "statalizzazione", cioè se lo Stato statuisse l'automatico intervento sul morto, senza la cosiddetta "donazione", pretesa in tutto il mondo e della quale mai mi è stato spiegato il fondamento (presumo perché non vi è una base teorica né una giustificazione pratica). L'unica condizione necessaria sarebbe l'accertamento della "morte cerebrale", tanto sicura, quanto il fatto che si debba operare a cuore battente, su cui subdolamente insiste gente che combatte una lotta immorale e senza quartiere contro i trapianti. Ed anche così, forse, non si riuscirebbe a risolvere il problema, alla cui soluzione si oppone un 30% di persone che risponde negativamente alla richiesta di donare gli organi del morto. Pro: 1) non si toglierebbe nulla a nessuno e, quindi, non si lederebbe alcun interesse individuale; 2) si imbriglierebbe il muro di egoismo che danneggia la società; 3) lo Stato, invece di avallare l'omicidio dovuto a quei NO (ad ognuno dei quali corrisponde uno o più morti), realizzerebbe la funzione sociale sua propria: mantenere l'ordine gestendo le emergenze. Così, invece, avalla un gravoso disordine, riconoscendo un inesistente diritto a donare e permettendo di violare il primo vero diritto dell'uomo, quello alla vita, spogliandone il debole titolare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi