cerca

Felce e mirtillo

7 Ottobre 2010 alle 19:40

Se il 13 luglio a Parigi oppure il 3 luglio a Washington si decidesse di non effettuare alcuna celebrazione per il giorno successivo credo la notizia avrebbe risonanza mondiale. Eppure non ha avuto il giusto risalto l' annuncio da parte del premier Putin di abolire le celebrazioni per il 7 novembre, cancellando così dal calendario delle festività russe la ricorrenza della Rivoluzione d'Ottobre: allora è vero che i comunisti non mangiano piu' i bambini?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi