cerca

Legge 40/ 2

6 Ottobre 2010 alle 08:50

Pronti, sig. Puglia, a disposizione. Il primo punto del suo intervento si risponde da solo. Come da lei giustamente evidenziato, parte della legge 40 è l'equivalente culturale del divieto di "menage a trois". Tale divieto non esiste, in occidente, per ovvie ragioni. Inoltre il caso britannico ci mostra come una norma proibizionista spinga le persone (persone oneste e normali) all'estero. Non lo sapevo, e la ringrazio di avermi fornito questo convincente esempio. La seconda è molto più problematica, e se lei avesse posto il problema correttamente mi limiterei a pregarla di non accusarmi di ideologia o ignoranza, ma non lo ha fatto. Chiamare "bambino" uno zigote fa, non solo della legge 194, ma della 40 stessa, due sconci intollerabili. Non so quale sia la sanzione (if any) prevista per chi distrugge uno zigote, ma so quale dovrebbe essere. Infanticidio, premeditato e per futili motivi: ergastolo. Se invece, come lei dice, la legge 40 va bene, allora ovviamente uno zigote non è un bambino. Perchè non dire: "uno zigote ha diritto di nascere"? Così filerebbe. Certo sarebbe meno efficace.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi