cerca

L'odio "stupra" la democrazia

2 Ottobre 2010 alle 12:50

Il padre di ogni risentimento è l’ odio. E l’odio genera sempre violenza, prevaricazione, sapore e voglia di guerra e di sangue. E’ l’odio, il vero "stupratore" della democrazia, quello che consente a chiunque di poter inveire contro l'avversario, metterlo alla gogna, facendo “tintinnare” manette, scandali e sospetti. E’ l’odio che può armare la mano di chiunque contro chiunque, perché come ha scritto Francois de La Rochefoucauld: “Quando il nostro odio è troppo forte ci pone al di sotto di quelli che odiamo.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi