cerca

Maurizio Belpietro

1 Ottobre 2010 alle 18:00

Lasciamo stare i soliti cretini che diranno "in fondo se l'è cercata" che forse è un modo per giustificare se stessi e il proprio quieto vivere, ma speriamo che non capiti un giudice ad usare l'arma della giustificazione. L'agressione di Tartaglia, secondo il giudice che si occupò del caso, "sarebbe stata acutizzata dal contenuto dei discorsi ascoltati." Secondo il giudice il clima di tensione avrebbe "determinato una situazione di conflittualità che ha avuto effetti scatenanti di impulsi etero agressivi da parte di Tartaglia." Oggi, domani e dopodomani in compagnia del Foglio ci sarà sotto il mio braccio anche Libero. Un abbraccio al direttore di Libero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi