cerca

I problemi della bioetica

30 Settembre 2010 alle 19:40

A mio parere il rifiuto da parte di una sorella di dare il consenso al prelievo e al trapianto di midollo non è un problema di bioetica: cioè non coinvolge quell'insieme di norme, comportamenti, codici e orientamenti più o meno condivisi che una società si dà in tema di biologia umana ovvero sulla vita umana in genere. Piuttosto si tratta di un problema morale,che coinvolge la coscienza nel suo intimo, segnandola nel profondo in maniera indelebile. Può un uomo, una donna sottrarsi moralmente a dare una speranza di vita alla sorella, ad un figlio, ad un congiunto, financo ad un estraneo. Può la paura, l'ignoranza, la cattiva informazione e quant'altro condizionare a tal punto una persona da farle negare ciò che la stessa coscienza detta. Nella propria libertà la signora poteva certamente ed eticamente sottrarsi dall'obbligo di donare il midollo, ma la morale scritta dentro ogni uomo la "obbligava" a farlo: ma la coscienza è spesso zittita, purtroppo a spese nostre e degli altri. Non credo sia stata una scelta facile, forse c'è molto di più delle informazioni che conosciamo, non voglio giudicare, ma siamo oggi veramente ancora capaci del "non esiste amore più grande: dare la vita per i propri amici?"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi