cerca

L'appartamento è un polverone, ma Fini deve lasciare

27 Settembre 2010 alle 15:40

Ma quante storie per questo appartamento! La verità politica è che Fini è un "ricattatore" politico, perché fa il moralista su Berlusconi per indebolirlo, e con lui il governo. Quindi ha tradito il patto elettorale. Punto. La verità sulla casa è che, non potendo essere un caso che il cognato sia inquilino, è sufficiente questo per stabilire che siamo in presenza dell'italico nepotismo, in questo caso, realisticamente, dettato da un misto di debolezza, amore per la compagna e ingenuità. Può essere pure che Tulliani ne sia anche il proprietario, ma questo avvalora solo il raggiro ai danni di Fini, sulla cui buona fede (non politica) non credo valga nemmeno la pena avanzare dubbi. Ostellino ha detto una parola conclusiva: Fini se ne deve andare non per l'appartamento ma perché, da Presidente della Camera, ha fondato un partito avversario del Governo e dunque non è super partes. Se poi risultasse, cosa di cui dubito, che Fini fosse al corrente del reale valore dell'appartamento, a quel punto c'è la magistratura, come dice Fini stesso. Fine della trasmissione e dei talk-show.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi