cerca

I futuristi vanno all'indietro

21 Settembre 2010 alle 14:30

Non riesco a vedere cosa ci sia di moderno o di nuovo nella formazione politica che fa capo al sig. Fini. I comizi del leader sono, palesemente, intrisi di retorica e vuoti di contenuti, propri dei vecchi politicanti di mestiere, l'antiberlusconismo non mi sembra un'idea molto originale, il cambiamento di rotta, a metà corsa, mi ricorda antiche abitudini. Allora, cosa c'è di moderno nelle proposte di Fli? Sul tema dell'immigrazione, ad esempio, mi sembra che si rifacciano a modelli, già sperimentati e clamorosamente falliti, altrove; sui temi etici tentano di copiare un po' i radicali, un po' la sinistra. Se questo è il nuovo e rappresenta la destra moderna, forse mi sono persa qualcosa, oppure, questo "nuovo" è semplicemente "lost in translation"?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi