cerca

Pur avedo cominciato male, forse si stava andando bene

20 Settembre 2010 alle 14:10

Ora mi pare che pur cercando di andare bene, si sta finendo male. Il problema "rom" è innanzitutto (e forse solo) un problema di persone. Non è questione di etnie, di razzismo, di deportazioni, di finti sentimentalismi e di buoni sentimenti. Innanzitutto è questione di umanità: quei ragazzi, quei bambini, a volte sporchi a volte sbruffoni, a volte anche violenti, sono persone e da qui si deve partire: non vorrei semplificare troppo, ma credo sia anche questo l'invito di Santa Romana Chiesa. Poi la politica ci mette del suo e tutto diventa (ancora) campagna elettorale. Allora ecco "i rom che son tutti ladri" o "voi di destra che siete razzisti e fascisti". E intanto dietro casa mia, nella ex Milanodabere, ora Milano dell'Expo, bambini rom (?) scorazzano (caspita, anche felici...) tra resti di una roulotte bruciata e un fatiscente cartello che dice "proprietà privata". Non ho ovviamente una soluzione in tasca (purtroppo), ma se per una volta si provasse a tener conto di questo piccolo elemento, forse una soluzione potrebbe essere trovata: son persone, con i loro bisogni, i loro limiti, i loro desideri. Questa è la sfida per una umanità nuova. E una politica vera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi