cerca

Brunetta sbaglia: si crede Saviano ma è solo un misero ministro della Funzione Pubblica

18 Settembre 2010 alle 18:30

Qualche giorno fa ha fatto scalpore che Renato Brunetta lamentasse una situazione ben nota a tutti i calabresi, casertani e napoletani (quorum ego): senza queste zone, l’Italia sarebbe il primo paese in Europa. Ha forse turbato l’aver, l’improvvido Ministro, definito “cancro sociale, culturale ed etico” la “conurbazione Napoli-Caserta” come solo pochi e selezionati scrittori seriali di “mala società” possono ardire di fare, beninteso con il clamore universale (ed altrettanto seriali riconoscimenti letterari) per la coraggiosa denuncia? E che doveva dire un misero ministro della Funzione Pubblica che non aspiri ad alcun Nobel per la letteratura, in una intervista sul federalismo? Che, per esempio, nelle partecipate della Regione Campania “4 dipendenti pubblici su 5 sono inutili” (Corriere del Mezzogiorno di oggi, ndr) ma il posto è magnifico, la gente allegra ed il governo centrale farà di tutto perchè tutto resti così?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi