cerca

Con rispetto parlando

16 Settembre 2010 alle 17:15

Goffa una fava. Una circolare su cui fosse scritto che "per ogni immigrato irregolare deve essere iniziata una procedura di espulsione", applicherebbe in maniera rigorosa una norma. Poi discutiamo se il rigore sia giustificato o meno, dal momento che molti degli espellendi stanno illegalmente spazzando la casa o accudendo la mamma del tizio in calce (forse), e di migliaia di suoi elettori (certamente). Ma se c'è scritto che l'obiettivo è sgombrare 300 campi di Rom (meno male, la colf è filippina), sta organizzando una deportazione. Ora il problema non è che la cosa la stiamo facendo: di regola noi occidentali non facciamo deportazioni, ma eccezionalmente ci capita. Il problema è se dimentichiamo che è un'eccezione. Quanti dei lettori pensano che, "quante storie, vabbè, è uguale"?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi