cerca

Turchia ed Israele in Europa

15 Settembre 2010 alle 20:45

La Turchia da tempo vorrebbe aderire all’Unione europea, e sta facendo i passaggi legislativi per avvicinarsi agli standard europei; l’opposizione della Francia e della Germania ne ha solo rimandato l’ingresso. Il peggioramento dei rapporti con Israele, vedi le navi per Gaza dei presunti pacifisti, si può interpretare come una “pressione” sull’occidente per accelerare questo processo. Mi pare che Israele non abbia manifestato la volontà di far parte dell’UE, però, oltre che a controbilanciare la nostra paura di islamizzazione dell’Europa, la sua adesione potrebbe appianare gli annosi conflitti di quell’area, ad oggi senza soluzione. Il popolo israeliano è occidentale per mentalità e cultura, è isolato in un territorio ostile, minacciato di distruzione sia al suo interno che dai potenti vicini; ritengo che il governo israeliano, inserito nel contesto europeo, sarebbe costretto a frenare le violenze sui palestinesi; e questi ultimi si possono scordare l’annientamento d’Israele. L’Iran e il Libano a quel punto non avrebbero più a che fare con un piccolo stato, pur molto armato ed agguerrito, ma con l’Europa e la Nato, che difenderebbero con tutta la potenza diplomatica e militare un loro membro effettivo. Utopia?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi