cerca

La lotteria della giustizia.

15 Settembre 2010 alle 13:30

Sul "Corriere" del 14 è stato pubblicato l'articolo di Luigi Ferrarella dal titolo: "Un pm accetta il mini-patteggiamento. un altro pm chiede e ottiene il carcere a vita - La lotteria della pena. Invece di 5 anni finisce all'ergastolo - Complice in un omicidio. Agli assassini 18 anni": siamo alla lotteria? Pensavo peggio: in questo Paese dove si condanna un feroce matricidio con sedici anni, dove ormai l'ergastolo è solo una nozione accademica, perché basta un colpo della bacchetta magica patteggiamento per ridurlo a 30 anni, che si riducono a sedici per chi sappia usare l'altra bacchetta magica del rito abbreviato. E poi tre mesi di riduzione per ogni anno di buona condotta. E poi un soggiorno a casa in affidamento in prova ai servizi sociali. E poi...: dopo più di venti anni dall'entrata in vigore del C.P.P. e tanti casi aberranti, ancora non s'è capito che i riti speciali non dovrebbero applicarsi ai reati più gravi: rapine, spaccio, omicidio...? Nella riforma totale del sistema giustizia, bisognerebbe anche studiare e concretizzare un percorso idoneo per il recupero dei condannati, obiettivo immediatamente successivo a quello primario del ristoro dell'ordine sociale violato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi