cerca

Diritto all’autodifesa

15 Settembre 2010 alle 08:30

“Polemica l'opposizione. 'Siamo al calciomercato, questa e' la dimostrazione che Berlusconi ha paura', commenta il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. 'Stiamo assistendo a un disfacimento vergognoso di una maggioranza e al tentativo di tenerla in piedi con ogni mezzo' rincara la dose Alessandro Maran, vicepresidente dei deputati del Pd” (la Repubblica). Lasciamo andare il Vendola, è qualche annetto che è assurto ai fasti dell’intellighenzia sinistra (come se fosse stato lui a costruire quella gigantesca opera pubblica che è “l'acquedotto pugliese”), il meglio che la covata moscovita abbia saputo tramandare al popolo degli ex proletari. Bisognerebbe capire perché Berlusconi non dovrebbe aver paura dei traditori. Stanno là, tutti in fila bramosi di pugnalarlo (sono usciti allo scoperto), sarebbe da sciocchi fingere di non vederli. La paura è un’emozione fisiologica del nostro sistema neurovegetativo, allerta perché ci si difenda da un eventuale pericolo. Non è viltà, è semplicemente un meccanismo di autodifesa che la stessa “ameba” (organismo unicellulare – privo di sistema nervoso), mette in funzione (si ritrae) quando, in vitro, la si punge con la pipetta. E’ l’istinto di conservazione che conferisce alla paura le virtù salvifiche. Berlusconi ha una paura fisiologica e si attrezza con speciali finezze per la difesa. O deve soccombere in religiosa rassegnazione?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi