cerca

Bersani: un alternativa credibile per la guida del paese?/2

14 Settembre 2010 alle 15:30

Lei si chiede quale prospettiva offre Bersani dopo il discorso di Torino. Nessuna. E' il proseguimento di quella politica fatta di partitismo, quello, dove la gente non conta nulla, ma gli si promettono posti di lavoro inesistenti, piuttosto inventati, e se va male, si pretende dall’avversario di turno di sistemare i loro imbrogli (vedi precari). Quella politica che prima promette, e poi non fa nulla. Quella politica che per trent’anni si è riempita la bocca di famiglia, di figli, e poi ha legiferato per il divorzio e l’aborto, lasciando macerie di disgraziati alle loro spalle. Quella politica che sta tentando di far passare anche l’eutanasia. Il timore che il Cav. riesca a suscitare nella popolazione l'idea che si possa fare politica senza i partiti, è ai loro occhi una bestemmia. E come potrebbero continuare le camarille da loro ben avviate. L’unica cosa che la politica di sinistra è riuscita a fare, in concreto, e nella quale profonde tutte le sue forze e mezzi, è abbattere l’avversario. Sono più di sedici anni che si cerca di distruggere un uomo e le sue idee sulla politica. E dai e dai, alla fine ci riusciranno, anche perché sono in buona compagnia, anche se pochi, ma con poteri molto forti. Negli ultimi trent’anni hanno badato a creare le basi per l’ascesa al potere, guastata da quel farabutto in doppiopetto. Secondo Lei che prospettive possono dare simili figure (li elenco poi giudichi: Bersani, Di Pietro, Casini, Diliberto, Ferrero, ecc), dica onestamente cosa hanno fatto da sedici anni a questa parte, questi signori?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi