cerca

Ground Zero

13 Settembre 2010 alle 20:00

La costruzione di una moschea nei pressi di Ground Zero ritengo sia un'offesa per le vittime dell'attentato, per i loro familiari e per tutte le persone di buon senso. Il luogo è "spazio concreto della memoria" nel dolore e nelle lacrime, non c'è posto per nient'altro. E' luogo consacrato dal sangue che nessuno può permettersi di profanare neanche invocando la libertà di culto, che in un paese libero e democratico come gli USA è pienamente garantito. I musulmani hanno il diritto di costruire le loro moschee, non discuto su questo - anche se in tema di reciprocità ci sarebbe molto da argomentare - ma perchè proprio a Ground Zero? Si vuole forse cancellare il ricordo delle vittime, il dolore dei familiari e dei superstiti, l'odioso atto terroristico? Mentre i musulmani potranno costruire la loro moschea in qualunque altro posto, i parenti delle vittime hanno il diritto di piangere i loro morti proprio e solamente lì a Ground Zero, da soli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi