cerca

Colpiscine una per educarne 100

11 Settembre 2010 alle 11:00

Il Tribunale dei minori di Trento ha privato una madre della propria figlia senza che ne sussistessero i presupposti, con le solite motivazioni speciose e appese al nulla. Una madre che non ha subito condanne, non si droga, ha un reddito modestissimo e una vita complicata, come tantissimi altri e altre. L'unica ipotesi ragionevole è che l'abbiano privata della maternità per non aver voluto abortire. Premesso che ognuno, singolarmente, ha il diritto di decidere come meglio crede, vale a dire che non voglio fare della madre un simbolo antiabortista, il comportamento del Tribunale dei minori di Trento merita, per le medesime ragioni legate alla libertà individuale, sacra, un solo commento: che schifo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi