cerca

Se in politica ognuno va per conto suo

10 Settembre 2010 alle 16:30

Se in politica ognuno va per conto suo i programmi pre-elettorali rischiano di essere fumo, ed il Popolo si allontana sempre più. Già, sono state dimenticate le favorevoli condizioni risultate dalle precedenti elezioni. Per la continuità, trovare nuove "amicizie". Se la democrazia ed i personaggi ad essa preposti non hanno personalità e dignità "da Statisti", all'altezza della "missione si rischiano sempre situazioni di ingovernabilità. Che grande occasione questo centro-destra (ma è ancora tale?) di aver potuto governare in una situazione di grande privilegio, con una maggioranza numericamente più che garantita e con l'esclusione di tutte le "ali estreme" che ne avrebbero aumentato la turbativa. Sembrava che siffatto Governo dovesse andare in carrozza, ora per "personalismi" (che preferirei non definire) di pochi si manderebbe ineffettuato tutto quanto era nel pentolone? Non meritava venisse consumata quest'altra frattura (fra Capi) ma dove non bastasse, affiora a più riprese, in questa politica malata,la "gelosia", nella componente femminile, ad accrescere l'incendio. Guai arrivare a perdere il bandolo. Dopo il caso-Fini, abbiamo tutti saputo e concluso che la carriera del Presidente della Camera è la più solida ed inattaccabile. Forse anche questa, come la legge elettorale, urge di urgente revisione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi