cerca

Corani alla brace, e agnelli in umido

10 Settembre 2010 alle 14:00

E' grottesco come basti un qualsiasi signore che, dalla sua cantina di Canicattì, annunci un giorno di voler "forse" bruciare un corano, perchè nel mondo musulmano si sollevi un tale minaccioso putiferio. Tra breve non si potrà più starnutire, né a Colonia né a Minneapolis, se ciò darà fastidio al suscettibile islam. In nome della nostra tranquillità, dei nostri affari, e bla bla bla. Che vita preoccupata sarà, la nostra, in futuro? Eppure tutti sanno, per esempio, che fare gli agnelli con Hitler non bastò a calmare le sue pretese. Il mondo civile fece il suo inchino, si ritrovò invaso, e dovette chiedersi: è per questo che ho rinunciato alla mia dignità

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi