cerca

Caro Napolitano

10 Settembre 2010 alle 19:40

Egregio Presidente della Repubblica, Le domando se non senta il dovere morale di dire qualcosa su ciò che è accaduto a una ventenne di Trento, alla quale i giudici hanno strappato il figlio appena partorito, dichiarandolo adottabile da terzi. La ragazza vuole tenerlo, ma è psicologicamente fragile, dicono: ha una 'vita complicata' e il prossimo lavoro le consentirà di guadagnare solo 500 euro al mese. La sciocchina si era persino rifiutata di abortire, incredibile dictu in un paese in cui l’aborto è spesso la scelta scontata delle ragazze di buona famiglia e ottimo impiego che non si sentano ancora pronte per un compito così grande. Il tribunale di Trento ha così tolto per sempre il figlio a una madre senza colpa: ciò che nemmeno Dio fece con Isacco. Bisogna dirlo forte, allora: questi giudici hanno compiuto il Male, con un gesto tanto più osceno quanto legale. L’obbrobrio perpetrato in nome della Legge, infatti, lascia inermi come nemmeno il più feroce dei crimini, di fronte al quale la vittima può almeno sperare, in cuor suo, di avere Giustizia. Ma se è un Tribunale della Repubblica a strapparti un figlio, senza che tu abbia commesso alcun reato, tranne quello di essere madre fino in fondo, è finita. Volesse il Cielo che, come in un racconto di Buzzati - in cui l'amore di una madre scatenava una forza sovrannaturale tale da sconfiggere un esercito - questa fragile ragazza di Trento, solo gridando “Rivoglio mio figlio!” aprisse le porte di chi lo rinchiude lontano, sgonfiasse le gomme di chi ha deciso di portarglielo via, e frantumasse il martello del giudice che ha imposto la Legge. Non mi importa sapere che esiste una corte d’Appello cui ricorrere: ogni discorso burocratico su questo caso mi dà il volta stomaco: io mi aspetto che Lei, Signor Presidente Giorgio Napolitano, protesti il suo sdegno. Ma se non riterrà suo dovere dire neppure una parola su questa tragedia, Lei non rimarrà il Presidente di tutti gli italiani: non sarà di sicuro più il mio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi