cerca

Myricae settembrine

9 Settembre 2010 alle 15:30

Le foglie già ingialliscono e s'abbrunano, Vertumno ha nei colori del sangue, del grano e della terra i suoi messi, assisi sulla foce del corso estivo essi attendono che passi l'acqua dei vacanzieri e si tramuti nel vino dei santi e dei beoni. Tutto cade a terra per fecondarla di nuovo, per questo Fini che si abbarbica al suo ramo è seme sterile, succhia a un picciolo senza più clorofilla, e nel danneggiar le future messi avvizzisce. Memento, o Gianfranco, si sta come d’autunno sugli alberi le foglie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi