cerca

Ministro dell'istruzione o della burocrazia impiegatizia?

7 Settembre 2010 alle 08:30

"Nessun governo può assorbire duecentomila precari”, ha detto Mariastella Gelmini, ministro dell’Istruzione. Mi piacerebbe che il ministro dell'Istruzione s'interessasse dell'istruzione e non delle volgari pretese sindacali per duecentomila precari da sistemare. Ci sta a cuore l'insegnamento dei nostri figli (il futuro del Paese) o la sistemazione impiegatizia di 200 mila sprovveduti? Andiamo, uno sforzo di originalità: ISTRUZIONE e non SISTEMAZIONE.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi