cerca

Gli affari del signor Berlusconi e le riforme che non arriveranno mai

7 Settembre 2010 alle 17:00

Nella lucidissima analisi di inizio settimana il Direttore ci spiega perché è lecito l'operare "ad personam" da parte del nostro Presidente del Consiglio. Ciò che non spiega è però il perché si sia rivelata impossibile una riforma rivoluzionaria del nostro sistema costituzionale. Per me l'impossibilità è legata all'essenza stessa di Berlusconi, che non si sente sufficientemente parte dell'establishment, tanto da aver paura di esser fatto fuori come è avvenuto in passato ai politici e imprenditori menzionati da Ferrara, ma purtroppo ne è allo stesso tempo parte integrante, tanto da temere che rivoluzionare il sistema possa comunque danneggiare quanto costruito con innegabile abilità ed ingegno imprenditoriale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi