cerca

Stephen Hawking e l'inutilità di Dio

6 Settembre 2010 alle 16:00

Il fisico Stephen Hawking esclude Dio dall’origine del mondo, afferma: "È inutile". Ammetto che dal profondo della mia ignoranza contestare le affermazioni di Hawking può sembrare semplicemente ridicolo e arrogante. Però ho la libertà di fare una riflessione. Se intendiamo per “materia” tutto ciò che differisce dal nulla (energia, stringhe ecc.), secondo me, le ipotesi per negare scientificamente la creazione divina sono solo due: - la materia è eterna, perciò non ha avuto bisogno di essere creata; - dal nulla può autogenerarsi la materia. Tertium non datur. Quale dei due postulati è quello sostenuto Hawking? Pensa di poterlo dimostrare scientificamente, cioè riproducendo l’esperimento ogni volta che risulti necessario? In caso negativo le due ipotesi mi sembrano semplicemente due espressioni di fede come quella di chi, come me, crede in Dio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi