cerca

Non si scappa, siamo complementari/ 3

3 Settembre 2010 alle 19:00

La gentile Imma Cafararo, compie l'errore, molto frequente, di ragionare sulle eccezioni e non sull'insieme. Nei casi dolorosi e degni del massimo rispetto, citati dalla Signora, le cellule staminali non possono essere impiegate per probabile risposta aplasica e anche perché i tessuti neoformati sarebbero a rischio di nuova neoplasia. Per cui, a tutela della salute della donna, in quelle circostanze saranno sempre impiegate, per alleviare l'indubbio disagio psicologico, le normali protesi. Chissà perché, anche una ironica ma bonaria battuta, debba provocare reazioni incongrue?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi