cerca

La redenzione finale, i segni/ 3

3 Settembre 2010 alle 20:00

Il signor Dovera, pur spiritualizzando tutto lo spiritualizzabile (cosa che si fa da 2000 anni, o dal 70 d.c. almeno) riescie - a mio avviso - a non essere neppure "ortodosso" per l'istituzione chiesa. L'importante non e' la venuta di Gesù, ma la sua resurrezione. Ora proprio di questa domando i segni. Chi crede li farà (dice il vangelo). Resuscitare i morti, imporre le mani ai malati e guarirli ecc. L'unica cosa in cui concordo e' che bisognerebbe guardare ai segni e non ai "ma anche". Sui "ma anche", spostando la salvezza sempre piu' "in là" tutte le religioni sono credibili. Pure Wanna Marchi potrebbe avere ragione...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi