cerca

La mente di Dio e quella di Hawking

3 Settembre 2010 alle 16:00

Lo scienziato britannico Stephen Hawking, ormai sessantacinquenne, è arrivato alla conclusione che Dio non serve per spiegare l'inizio della creazione. Hawking sostiene che se Dio avesse voluto creare l'universo allo scopo di creare l'uomo, non avrebbe avuto senso aggiungere tutto il resto. Per fortuna la mente di Dio è un po' più aperta di quella del professore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi