cerca

Hic manebimus optime

27 Agosto 2010 alle 12:45

Tranfaglia, in Mondadori, si sente libero; Odifreddi, a Segrate, ci sta benissimo; per Augias “la Mondadori è perfetta”; Scalfari si trova benissimo e ci resta perché le idee circolano “liberamente senza condizionamenti o ricatti”. Oh, finalmente, anche ai loro occhi, Berlusconi è diventato un sincero editore democratico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi