cerca

Due "Presidenti", stessa nobile discriminazione.

27 Agosto 2010 alle 11:00

Al Vescovo di di Campobasso-Boiano la più ossequiosa riverenza. Ma al Presidente nientedimeno che della “Commissione Episcopale per i Problemi Sociali e il Lavoro, la Giustizia e la Pace” che, non volendo essere da meno dell’altro Presidente, nonché sommo sacerdote della Repubblica ,Giorgio Napolitano, ha pensato bene di lanciare il suo personale anatema alla Fiat, rea di “stare compiendo un errore etico” nel rifiutare che i tre operai di Melfi tornino in fabbrica pur continuando a percepire la retribuzione, una domandina, per tacer d’altro, la vorrei proprio fare: ma è proprio sicuro, il Presidente della CEPSLG&P, che non sia, piuttosto, lesivo della dignità di tutti gli altri operai, oltre che degli interessi, l’accettare che tre di loro possano impunemente impedire a tutti i colleghi di lavorare ? E che a costoro mai nessuna alta autorità istituzionale trasmetterà alcun “nobilissimo” comunicato dal tenore: “Comprendo molto bene come possiate considerare penoso dover sottostare a trattamenti discriminatori, ma non siete iscritti alla Fiom”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi