cerca

Il magnifico mondo della carta...

26 Agosto 2010 alle 15:48

Una nota azienda dell'editoria si trova sotto i riflettori e questi onesti scrittori e scribacchini discutono se sia o no abbastanza etico esibire sulle loro fatiche cotanta etichetta (io interpreto così le notti insonni dei vari scrittori giunti a rispondere a frotte a Mancuso, poi potrò anche sbagliare), con buona pace di tutte le oneste persone che per quella etichetta lavorano. Nel frattempo in molti, sempre nel ramo editoria e parlo di giornali, riportano notizie preoccupate sullo stato della democrazia, a quanto pare sempre più in pericolo, mentre il premier non è mai stato così debole. Si parla di sinistri metodi per mettere alla berlina sui giornali, politici invisi al potente di turno (qui in Italia, pare sia sempre il solito), pure egli stesso, a sua volta, oggetto di "trattamenti" di tutto rispetto sulla carta non molti mesi or sono. Dunque, nel magico mondo di carta in cui mi trovo, tutti parlano male di tutti (e non ripeto le citazioni raffinatissime uscite in questi giorni dalla maggioranza, nè quelle solite piagnucolose dell'opposizione), tutti si sentono perseguitati, e in tutto ciò nessuno si sente libero. Prepariamo a lor signori un bel volo verso Cuba?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi