cerca

Anche Veltroni ha capito che se Berlusconi non avesse vinto le elezioni, le avrebbero vinte loro!

25 Agosto 2010 alle 11:00

WV ha scritto al CdS per esprimere il suo pensiero e la sua ricetta sullo stato del bel Paese : “mi permetto di scrivere […] perché sento di avere un minimo di titolo per farlo. In fondo due anni fa quasi quattordici milioni di italiani fecero una croce sul simbolo che conteneva il mio nome ”. Quindi, il lampo di genio. L’acume politico. L’idea che spariglia: una bella “Repubblica forte e decidente” con tanto, però, di “equilibrio dei poteri tra Governo e Parlamento” e, ovviamente, di “convergenza sui programmi” , immancabile elemento dei più accorsati menù politici, al pari del l’onnipresente “ letto di lattuga” che vorrebbe rendere trendy e interessante anche la solita cotoletta di sempre. Quella , per esempio, che il povero WV si rammarica non sia stata servita due anni fa agli italiani: “Se un milione e mezzo dei 38 milioni di votanti avesse scelto il centrosinistra riformista invece di Berlusconi ora saremmo noi a guidare il Paese”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi