cerca

Qualche domanda a me stesso

24 Agosto 2010 alle 12:30

E' dimostrato ed è sempre più evidente che le Leggi emesse da uno Stato per i propri cittadini sono inutili, vessatorie, costose e contraddicono sempre quanto dichiarato nei loro enunciati. Esse dicono di interpretare la volontà popolare, ma è vero ?? Affermano di porre argine alla violenza e all'arbitrio, ma dove e quando ?? Dicono di stabilire la giustizia nelle controversie, quando mai ?? Si pongono quale riferimento della morale comune, debbo ridere ?? Stabiliscono l'istruzione obbligatoria dei nostri figli, che ricevono un'impronta ideologica permanente !! Gridano del diritto alla salute, ma molti ricorrono, se possono, alle cure a pagamento !! Dichiarano il diritto inalienabile alla proprietà, ma obbligano anche alla domanda per una semplice verniciatura di muri !! 6 mesi e piu' degli stipendi di ogni anno vanno ad alimentare questa gigantesca catena inutile, dannosa, vessatoria e mostruosa che molti esaltati chiamano democrazia. Mesi interi passati nella dichiarazione e pagamento di bollette, tasse, balzelli di tutti i tipi e colori, con in agguato l'angoscia di non commettere il benchè minimo errore. L'uscita in automobile poi non è piu' il "fare una gita" o semplicemente recarsi ad una destinazione, ma cercare di tornare a casa evitando multe, semafori trappola e incidenti mortali causati anche da strade ingolfate e insufficienti, poichè le strade nuove è proibito costruirle a causa di amministrazioni fanatizzate. L'uomo nasce libero e gratis su questo pianeta, e la bontà del Creatore gli mette a disposizione una infinta serie di beni, poi l'uomo si mette in trappola da solo rendendo difficile la vita dalla nascita (si deve certificarla per validarla !!) alla morte (si deve certificarla per validarla !!). A che serve uno Stato ?? A che serve una qualsiasi amministrazione ??

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi