cerca

Perché storicamente la Padania esiste/ 3

24 Agosto 2010 alle 08:00

Nessuna persona ragionevole puó negare o nega l'esistenza del Nord e le differenze tra questo ed il Centro od il Sud Italia. La grande bufala é e resta la Padania, la cui esistenza come Ente territoriale autonomo, od addirittura Nazione, esigerebbe una identità di territorio, lingua, popolo, che non è mai esistita, e non esisto nemmeno oggi. Non c"è nessuna identità nemmeno dialettale tra un abitante di Sovere ed uno di Treviglio, che parlando tra loro nemmeno si intendono, entrambi in provincia di Bergamo, figuriamoci tra uno di Sauze d'Oulx ed uno di Udine, tutti comuni siti nella soi-disent padania, avendo dialetti, abitudini, mentalità distanti tra loro come accade tra un napoletano ed un reggino. D'altro canto, anche storicamente, non solo non è mai esistita la padania, ma nemmeno è esistito un Nord globalmente identificabile, essendosi creato nel tempo il lombardo-veneto, ma mai un Ente territoriale che spaziasse dal Piemonte al Friuli. Né ha alcun riferimento popolare o territoriale la bandiera usurpata ad un simbolo asiatico, che nessuna persona compus sui sente proprio vessillo più della bandiera della squadra del cuore, mai essendo stata sventolata prima dell'invenzione leghista. Per tacere del preteso inno, creato da Verdi per l'Italia, come si ricordava alla Scala, lanciando sull'oppressore il volantino con scritto W V.e.r.d.i., id est W vittorio emanuele re d'italia. Tutto questo non vuol dire negare differenze evidenti all'interno dell'Italia, ma prenderne atto come preziose peculiarità costituenti la struttura ed il corpo stesso di una Nazione, ed una Patria, l'Italia, senza invenzioni di poca spesa e minor strada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi