cerca

Posso dire una cosa su Cossiga?

18 Agosto 2010 alle 18:31

Non volevo unirmi a quelli che lodano un uomo dinanzi alla sua bata, essì che veramente a me il nostro presidente emerito mancherà parecchio, però ho letto sul web una serie di commenti imbecilli sul povero Cossiga, i soliti giustizieri moralisti lo incolpano pure di Ustica, le Br, i chissà quali inconfessabili segreti. Sono commenti orrendamente ignoranti, secondo me, e non perchè parlano di una persona che non c'è più, ma perchè sono ignoranti della complessità della storia e degli uomimi che la costruiscono. Sono commenti un po', spiace dirlo, figli della mia generazione, incantati da eroi buonisti da film, con la coscienza in piazza cosicchè tutti vedano che è cristallina, eroi che non esistono in natura (oppure si ammantano di sacre parole, ma mai un atto di coraggio in questa povera Italia). A me Cossiga piaceva, mi piacque dal 1991, lo ricorderò con un sorriso per la sua ironia feroce, mi dispiacerà non leggere più i suoi commenti, non apprezzare la lucidità di uno dei pochi uomini rimasti che abbia avuto una storia sofferta e anche controversa, ma sempre assumendosi ogni responsabilità, privo di ipocrisie. La sua coscienza, la sua sofferenza, la sua vita, dignitosamente sue. Riposa in pace, caro presidente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi