cerca

Passare al biologico

18 Agosto 2010 alle 09:30

Abbiamo un piccolo giardino con qualche albero da frutta (arance, nespole e limoni). Coltiviamo altresì piccole quantità di ortaggi. Non adoperiamo diserbanti e porcherie simli e lavoriamo questo pezzetto di terreno con molta fatica. A questo punto posso legittimamente supporre che i nostri prodotti siano biologici. Poi penso all'inquinamento, alle piogge acide ed alle dosi di PM10 presenti nell'atmosfera e in tutta onestà non mi sento di vantarmi di coltivare prodotti biologici. Le ditte che invece reclamizzano i loro prodotti come tali, supponendo il mancato utilizzo di diserbanti e simili, operano forse sotto un cielo diverso? Esistono veramente in Italia quei vastissimi terreni, che vediamo negli spot, coltivati ad alberi da frutta ed ortaggi non in serra e non esposti ad inquinamento atmosferico? A ripensarci, anche le mie poche zucchine, i miei limoni e i miei eccellenti pomodori provengono da coltivazioni biologiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi