cerca

Siamo tutti costituzionalisti

17 Agosto 2010 alle 08:00

Per il Prof. Tommaso Padoa-Schioppa Non pare che lei abbia un'eccesiva fiducia nella democrazia, o se ce l'ha, è sui generis: chissà quale tipo di democrazia lei vagheggia. Comunque "abbia andato", questa è la democrazia di cui godiamo e questa deve essere onorata. Non ci sono arzigogoli scientifici (politologici) che possano rendere preferibile la sua democrazia anziché quella di Berlusconi. Questa democrazia è quella che nel 2008 ha eletto Berlusconi alla leadership del Paese. E' vero, è il capo dello Stato quello che nomina il Presidente del Consiglio dei ministri (Art. 92 della Costituzione), ma non lo fa ad libitum, ci sono state delle votazioni e il leader nominato ha certamente vinto le elezioni. Di conseguenza, è un atto dovuto quello del Capo dello Stato di nominare quel Presidente del Consiglio. Semplicemente una funzione notarile? Sì! Questo prescrive la nostra Costituzione. Altre interpretazioni sono arbitrarie e non rispondono alla Carta così come voluta dai Padri Costituenti. Vorrei vedere nominato Presidente del Consiglio l'ottimo Bersani: con quale azzardo il Capo dello Stato potrebbe oltraggiare la nostra Costituzione?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi