cerca

Immigrazione

11 Agosto 2010 alle 16:00

Pare che il numero degli immigrati clandestini sia aumentato, almeno a quanto dichiarato dalla Caritas. ma dell'immigrazione clandestina "legale" perchè non se ne parla? mi riferisco ad esempio ai matrimoni fasulli, evidentemente fasulli: differenze di età rilevanti, mancanza assoluta di comunicazione verbale tra i due coniugi, conoscenze ed innamoramenti maturati nell'arco di pochi giorni tra persone tra loro lontanissime anche geograficamente che improbabilmente si conoscono in luoghi dei quali nessuno dei due fino a poco tempo prima aveva mai sentito parlare. sono cittadinanze acquisite legalmente, certo, nessuno potrà mai provare se esista o meno l'amore tra mettiamo un settantenne pensionato ed una ventenne poniamo della lontana provincia cinese del Liaoning. ma almeno una verifica sulla lingua o dialetto usato dai due per dirsi "ti amo dal primo momento che ti ho visto/a" , e porre la condizione non dico della conoscenza della lingua italiana da parte di chi acquisisce in tal modo la cittadinanza (richiesta peraltro razzista?) ma almeno quella della padronanza di un vocabolario amoroso di base che non sia ridotto a gemiti dello "jus primae noctis"( è scritto bene?)ci si potrebbe pensare?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi