cerca

Deluso e affranto, affranto e deluso

6 Agosto 2010 alle 18:00

Stato d'animo allucinante: costretto dalla mia situazione socio-economica a pensare non oltre le 12 ore per garantirmi una sopravvivenza allo stato larvale; ora mi vedo costretto a vivere di minuto in minuto. Avevo riposto tutta una serie di speranze: tradite, infrante. Da una classe politica - mi dispiace generalizzare - non all'altezza. Non all'altezza ; incapace di volare basso e dal basso cominciare. Incapace di tagliare dall'alto e dall'alto fare autocritica. Fateci caso: la colpa è sempre dell'altro. Autocritica? Cooperazione? Interesse generale? Frega più niente a nessuno. Fermi. Siamo fermi. Paradossalmente, sarei contento se tutte 'ste manovre servissero ad erodere consenso a centrosinistra enulla più. Con un prezzo da pagare a Fini il quale ha un mese di tempo per elaborarlo congruamente; non chiedendo, cioè, a Berlusconi,la luna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi