cerca

Ricucci nella metafora storica

30 Luglio 2010 alle 18:30

Fosse stato nel nostro potere, avremmo senz’altro obbligato entrambi a non dimenticare che le elezioni sono state vinte dal Popolo della libertà, il partito che tutti e due avevano contribuito a fondare. Fosse stato nelle nostre capacità, avremmo di sicuro cercato di convincere sia l’uno che l’altro. Siamo davvero a una triste svolta. Ma è stuzzicante l’idea che Fini cominci a fare il frocio col culo suo. © - FOGLIO QUOTIDIANO di Andrea Marcenaro --- Mai il palazzinaro di borgata avrebbe pensato di assurgere ai fasti della metafora, quella battutaccia scurrile ma pregna di significati sottintesi, se l'è guadagnata anche Fini, illustrissimo personaggio della storia politica italiana. Fini ormai può anche vestirsi da "viados", (un po' come quelli amati da Marrazzo), ma dovrà fidarsi del suo sexappel, a spese della sua carnalità. Ecco Ricucci nella sua geniale sintesi metaforica e il suo salto nella storia delle figure retoriche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi