cerca

La scelta

30 Luglio 2010 alle 16:00

Leggo Socci su Avvenire:“Quante volte ho sentito don Giussani stupirci con questa evidenza:che nessuno fa battere volontariamente il proprio cuore. È come un dono che si riceve di continuo,senza accorgersi.Istante per istante dipendiamo da Qualcun Altro che ci dà vita.C’illudiamo di possedere mille cose e di essere chissà chi,ma è clamorosamente evidente che non possediamo neanche noi stessi.Un Altro ci fa.In ogni attimo.Vengono le vertigini a pensarci.Allora si può solo mendicare.Mendico di poter riavere un sorriso da mia figlia, uno sguardo,una parola.SONO PRONTO A DARE TUTTO,TUTTO QUELLO CHE HO, TUTTO QUELLO CHE SO E CHE SONO, DAREI LA VITA STESSA PER QUEL TESORO.Un gran dono ha fatto Dio agli uomini rendendoli padri e madri:così tutti possono sperimentare che significhi amare un’altra creatura più di se stessi.E così abbiamo una pallida idea del suo amore e della sua compassione per noi”. Quando si è padri o madri,immediatamente dopo la nascita del figlio si è presi da altre cose, priorità o futilità o giuste paure,poi ragionandoci su col passare del tempo ci si pone la seguente domanda:morirei per mia figlia? Lasciamo perdere i mostri alla francese che partoriscono e li ammazzano o cinesi che annientano la vita femminile o le bestie occidentali che volontariamente abortiscono in massa,noi moriremmo per i nostri figli? Pongo questa domanda pur non essendo sicuro della se di fronte alla scelta mi comporterei da uomo o da vigliacco individualista. Spero la mia coscienza, la mia anima insomma, mi lasci comportare da uomo.Ricordo mio padre il giorno prima di morire, ormai moribondo da qualche ora devastato dal cancro;gli dissi che non potevo vederlo così e che sarei morto più volentieri io al posto suo ma non fui determinato come di solito, ero blando, confuso,perso. Lui stizzito mi redarguì dicendomi “Non dirlo neanche per scherzo”.Fu l’ultima frase sensata che disse. Se non sono un imbecille dovrei averla capita.Forza Caterina Socci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi