cerca

Apprezzo Fini ma non mi convince

30 Luglio 2010 alle 08:00

Da elettore del PdL apprezzo il tentativo di riconciliazione di Fini, ma da professionista della comunicazione c'è qualcosa che ancora non mi convince. Nell'intervista all'Elefantino, infatti, viene riportato per ben tre volte il termine "resettare", parola brutta e per di più ascrivibile al gergo dei giacobini (non a caso la usò qualche empo fa Beppe Grillo per una sua campagna). Ma la cosa più grave è l'uso dell'espressione "questione morale". Fini precisa che quell'espressione non gli piace, ma non basta. Usandola, si lascia intendere di condividere almeno in parte un'analisi della recente storia d'Italia che sfocia inevitabilmente nel sogno di moralizzare la politica e gli italiani per via giudiziaria. Visione incompatibile non solo con quella di Berlusconi, ma con quella di chi, come me, vota PdL per uno scopo molto diverso: vincere per via politica una battaglia di civiltà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi