cerca

Oggi (da History Channel)

29 Luglio 2010 alle 09:00

Comincia l'assedio di Otranto Il 28 luglio 1480 un'armata turca forte di 15.000 uomini sbarca sulla costa salentina ed attacca la città di Otranto. Conquistata la città dopo due settimane d'assedio, i Turchi il 14 agosto decapitano 800 otrantini che si sono rifiutati di rinnegare la religione cristiana. Una grandiosa flotta turca al comando di Gedik Ahmed Pasha in navigazione sulla costa adriatica decide di approfittare della situazione di debolezza militare della roccaforte pugliese. Dopo i primi scontri, il 28 luglio 1480, la guarnigione si ritira nella cittadella, e dopo un'eroica resistenza contro le possenti artiglierie della flotta ottomana, sono costretti alla resa l'11 agosto. Nel massacro che segue, tutti i maschi maggiori di 15 anni sono uccisi, le donne e i bambini ridotti in schiavitù. Ai superstiti e al clero, rifugiatisi nella cattedrale, viene imposto di rinnegare la fede cristiana. Tutti rifiutano, e vengono immediatamente decapitati, mentre la chiesa viene trasformata in segno di sfregio, in stalla per cavalli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi