cerca

Fini e la Repubblica dei PM

27 Luglio 2010 alle 17:30

Fini sostiene che "due devono essere le stelle polari: certamente il garantismo, ma c’è da chiedersi se è opportuno che chi è indagato abbia incarichi politici". Viene da dire che il suo è un garantismo di maniera perchè la presunzione d'innocenza statuita nella costituzione non dice che il cittadino è colpevole perchè iscritto nel registro degli indagati; ma rimane innocente sino a sentenza definitiva. Se passasse questo principio dovremmo riscrivere l'articolo primo della costituzione: l'Italia non è più una Repubblica democratica fondata sul lavoro, ma una Repubblica fondata sull'umore dei pubblici ministeri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi