cerca

Chi ha dato loro la patente?

26 Luglio 2010 alle 17:30

Si parla di un nuovo partito:quello della legalita'. Qualcuno ha deciso dove stanno i buoni, i paldaini della legalita', i moralizzatori. E' solo una questione di appartenenza. Niente di nuovo: i magistrati sono bravi e infallibili, in quanto tali; chi fa parte delle istituzioni e' buono e giusto, i lavoratori dipendenti sono gli unici che pagano tutte le tasse, gli autonomi sono evasori, i ricchi sono disonesti, i poveri virtuosi, certi giornalisti sono bravi e detentori della verita', altri sono servi del padrone, da una parte ci sono solo coni d'ombra o un compagno che ha sbagliato, dall'altra sono tutti delinquenti e molte altre amenita' del genere. Assodato che si appartenga tutti al genere umano, trovo che la generalizzazione e l'etichettura in base a categorie, pur essendo "legale", non sia affatto moralmente accettabile come non lo sono l'approfittare di una carica istituzionale per acquisire visibilita' e il pretendere di essere paladini di legalita', per camuffare una bieca lotta di potere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi