cerca

Nel PDL tutto è perfetto/ 2

23 Luglio 2010 alle 11:22

Tanto per capirci, voto a destra perché attendo riforme forti che la sinistra non è in grado di fare, per un’infinità di motivi. Evidentemente, nel PDL, tutto perfetto proprio no. Fini è un problema non tanto per quello che dice ma perché immobilizza l’azione del governo. Così facendo ostacola e non poco qualunque azione. Dal mio punto di vista è un nemico in casa. Sulla giustizia, la P3 o la questione morale, il PDL non è in ottima salute, come dato oggettivo. Vorrei farle notare, però, che Vendola ha visto azzerata la sua giunta e nessuno l’ha indagato, ed è stato rieletto governatore. Ma il teorema sempre utilizzato che se uno è il capo non poteva non sapere, vale solo per la destra? Il problema morale è irrisolvibile fintanto che non si sistemeranno due cose. La prima è la riforma costituzionale, in particolare per quello che riguarda i rapporti fra magistratura e politica. Oggi la magistratura ha un potere enorme, che non gli compete. La seconda riguarda la persistenza della guerra civile a bassa intensità che blocca artificiosamente il dibattito politico nazionale e che si può riassumere in “tutto ciò che non è di sinistra è il male”. Questa situazione genera immobilismo e qualunque persona, purché schierata, va bene. Il malaffare nasce da qui. All’ombra del potere, da sempre, si annidano avvoltoi, ma nel nostro paese hanno vita più facile. Non è un problema della destra o della sinistra è un problema nazionale anche se appare, oggi, solo di destra. La palla in mano l’ha la destra che è al potere, quindi la responsabilità maggiore nel cambiare le cose è sua: ed è su questo che giudico il governo. Ps se lei è Claudia Schiffer gradirei incontrarla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi