cerca

L'italiano dove lo metto

23 Luglio 2010 alle 12:30

Se in pubblicità si usano sempre più parole inglesi; se gli articoli di giornali sono sempre più spesso infarciti di termini inglesi; se chiunque usa un mezzo di comunicazione dà sempre più l'impressione di ricorrere a termini inglesi per farsi bello e magari non ne conosce il significato in italiano; se una pubblicità di una università americana a roma pubblicata in italiano su un quotidiano italiano (CdS) dice tra l'altro che frequentando i suoi corsi "si acquisiscono skills di problems solving" (sic!); se ieri ho sentito il ministro dell'istruzione Gelmini a Zapping usare due tre volte il termine "placement" riguardo i problemi di impiego dei giovani ricercatori nell'università, mi viene da pensare che forse un maggior rispetto della lingua italiana avrebbe un ruolo seppur minimo nell'influenzare Bruxelles sulla decisione di escludere o meno la stessa dalle lingue ufficiali dell'Unione Europea. Denghiu assai assai!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi